Certificato Antipedofilia Casellario Giudiziale

Il certificato anti pedofilia è rilasciato dall'Ufficio del Casellario Giudiziale presso la Procura della Repubblica e viene richiesto dal datore di lavoro ai sensi dell'art. 25 bis del Testo Unico. Il certificato evidenzia le eventuali sentenze di condanna penale e civile e ha una validità legale di sei mesi dalla data di emissione.

Compila il modulo con i campi necessari

Vuoi richiedere questo servizio?

Puoi ottenerlo in soli 3 passaggi:

  1. Accedi con le tue credenziali o registrati
  2. Ricarica il tuo Plafond a partire da € 10,00
  3. Richiedi il servizio
Id 215
timer
Tempo medio di consegna 3 gg. lavorativi

Certificato Antipedofilia Casellario Giudiziale € 37,05

**Tasse € 19,92

IVA (22%) € 8,15

TOTALE € 65,12

**Importo riferito a tasse, tributi e diritti

Descrizione

Il certificato antipedofilia è previsto dal D.lgs n. 39/2014 in attuazione della Direttiva UE 2011/93. Viene richiesto dal datore di lavoro ai sensi dell'art. 25 bis del T.U. in tutti quei casi in cui il lavoratore svolga una attività che comporta un contatto diretto e continuativo con i minori. Il certificato anti pedofilia viene rilasciato dall'Ufficio del Casellario Giudiziale presso al Procura della Repubblica e contiene:

  • le condanne per i reati previsti dagli art. 600 e 609 del codice penale
  • le sanzioni interdittive allo svolgimento di una attività lavorativa a contatto diretto e regolare con minori

NOTE
* Il servizio Assistenza Clienti provvederà ad inviare il modulo di delega per la richiesta del certificato che dovrà essere firmato dal richiedente ed inviato unitamente alla copia del documento di identità e codice fiscale del legale rappresentante, documento di identità del lavoratore e alla visura camerale della società.
* I tempi di consegna standard e con urgenza decorrono dalla ricezione dei documenti (modulo di delega, documento di identità, visura camerale).
* Le spese escluse IVA sono relative ai diritti del Casellario (euro 3,92), alla marca da bollo (euro 16,00) imposti dalla Cancelleria del Casellario Giudiziale del Tribunale (Decreto Dirigenziale del 4 luglio 2018).